fbpx
Connettiti con noi

Cronaca

Consumi online e consegne a domicilio: impennata negli ultimi mesi

Avatar

Le imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia che soddisfano l’impennata dei consumi online sono aumentate del 140 per cento in pochi mesi. Nel periodo di emergenza si è diffusa anche la consegna dei prodotti a domicilio, in netto rialzo in tutte le province, tanto che si registra un più 214 per cento delle imprese che hanno scelto questa strada. È quanto emerge dall’indagine di Confcommercio FVG curata da Format Research. Ma le innovazioni introdotte per l’emergenza hanno solo tamponato l’impatto della crisi: non più di un terzo delle aziende è riuscita a mantenere lo stesso livello dei ricavi pre-Covid. Ma sembra che la strada verso una svolta epocale nei modelli di offerta delle imprese sia ormai tracciata: il 46 per cento di coloro che hanno introdotto per la prima volta l’e-commerce intende rinnovarlo, mentre la percentuale sale addirittura al 74 per coloro che hanno avviato le consegne a domicilio e pensano di mantenerle anche per ampliare il parco clienti. A giugno 2020 peraltro il numero complessivo delle imprese del terziario in regione, oltre 51 mila, con più di 9mila nel turismo, fa segnare per la prima volta nell’ultimo decennio un decremento rispetto all’anno precedente, con meno 507 unità. Non si può nemmeno parlare di recupero dei consumi, visto che la contrazione su base annua a giugno è del 15,2 per cento. “L’indagine conferma purtroppo la complessità di questa lunga fase emergenziale – commenta il presidente regionale di Confcommercio, Giovanni Da Pozzo –, con problemi comuni alla totalità delle imprese, ma più accentuati nel comparto turistico. I ricavi e tutto l’indotto del turismo mostrano performance critiche, legate ai risultati dei mesi primaverili, con una mobilità azzerata, e ai dati di giugno, con presenze nelle spiagge ridotte di due terzi e il crollo delle prenotazioni”.

Cronaca

Udine, arresto cardiaco al campetto da basket

Redazione

Nel tardo pomeriggio a Udine due mezzi sono dovuti intervenire in un campetto da basket nei pressi di via Cividale a San Gottardo per un arresto cardiaco. Una persona è stata trasportata in codice rosso in Pronto Soccorso. Si tratterebbe di un 60enne. Attendiamo ovviamente eventuali sviluppi e aggiornamenti.

Continua a leggere

Cronaca

Proteste contro il Green pass: i locali del Fvg sfidano il Governo

Redazione

Non si sono fatte attendere in queste ore le prime proteste in Fvg contro il decreto di Draghi che dal 6 agosto prossimo renderà obbligatorio il Green pass per molte attività, soprattutto al chiuso.

I ribelli parlano di “vaccino sperimentale” e di “dittatura sanitaria”. A Udine è prevista una manifestazione domani, sabato 24 luglio, alle ore 17:30 in Piazza della Libertà. Gli organizzatori non accettano quello che definiscono un “passaporto schiavitù” che rende di fatto obbligatoria la vaccinazione per chi vuole continuare a vivere normalmente. A Trieste è prevista una doppia manifestazione: oggi alle 18.30 e domani alle 17.30 in piazza Unità d’Italia.

Su Facebook nel frattempo tra varie pagine di locali delle nostre zone gira un immagine che dice: “Qui non chiediamo il Green Pass per entrare. Ce l’hai? Bene! Non ce l’hai? Va bene uguale! Noi vogliamo solo fare il nostro lavoro che non è quello di fare i controllori“.

Praticamente si sta creando una sorta di piccola rete di esercizi che sfida il Governo. Tra questi la pizzeria ‘Catapecchia’ di Fiumicello e la gelateria ‘Dolcefreddo’ di Ronchi dei Legionari. Nei commenti sotto ai post il pubblico è naturalmente diviso in due: c’è chi si indigna per tali iniziative e chi invece addirittura fa i complimenti ai gestori. Voi da che parte state?

Continua a leggere

Cronaca

Vaccini: oggi alle 17.30 ben 7.059 prenotazioni

Redazione

“Solo oggi si sono prenotate per la vaccinazione anti Covid-19 ben 7.059 persone. Un risultato
importante che conferma quanto la decisione di introdurre alcune limitazioni nell’accesso a locali ed eventi pubblici per chi non è in possesso del Green pass a partire dal 6 agosto abbia già inciso su coloro che sono indecisi riguardo al vaccino”.

Lo ha detto il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, commentando la rilevazione effettuata alle 17.30 sui dati odierni delle prenotazioni per la somministrazione del vaccino.

Riccardi ha precisato che “in questi giorni stiamo assistendo a un incremento dei contagi e il vaccino è l’unico strumento con il quale potremo sconfiggere definitivamente il coronavirus e ritornare alla normalità. Inoltre, vaccinarsi è, oltre a una forma di tutela per se stessi, un gesto di responsabilità nei
confronti degli altri, in particolare di coloro che per motivi di salute non possono essere immunizzati”.

Continua a leggere

UDINESETV LIVE

Facebook

Ultime News