fbpx
Connettiti con noi

Sport

Udinese, nulla di preoccupante ma adesso si inizia a fare sul serio

Redazione

Il giorno dopo è un giorno strano per l’Udinese che, dopo le prime due vittorie nelle amichevoli contro Vicenza e Legnago, cade per mano del Venezia capace di imporsi a Cordovado per 0-1 grazie alla rete di Bocalon nella terza uscita stagionale dei bianconeri.

È un giorno di riflessioni perché l’Udinese deve giustamente riflettere. Ma non è un giorno di preoccupazione, quello no perché, parafrasando le parole di Ekong nel post gara, ieri contava mettere altri minuti nelle gambe: il risultato era relativo. Però qualche riflessione Gotti la dovrà fare per cercare subito di dimenticare questo passo falso. Ieri sono state poche le occasioni create: davanti l’Udinese è stata poco cattiva e non ha impensierito, rigore fallito a parte, il Venezia. Ma Gotti ha già dimostrato di essere capace di risolvere i problemi: quello del gol l’aveva già sistemato in estate nel post lockdown.

È stato fatto un piccolo passo indietro ma gli alibi ci sono eccome: gambe pesanti, mancanza di tanti titolari e mercato in continua evoluzione. Ecco perché non c’è di cui preoccuparsi. Senza contare oltretutto che i friulani avranno una settimana di tempo in più sia per migliorare la propria condizione, sia appunto per sfoltire una rosa che ad oggi è assolutamente lontana da quella definitiva che si vedrà ad inizio campionato. C’è ancora quindi tutto il tempo per fare le cose bene.

Ieri il migliore è stato Nestorovski che, nonostante il rigore sbagliato, ha dimostrato di avere voglia e di essere in palla, muovendosi bene anche nello stretto con gradevoli combinazioni palla a terra. Bene anche Barak ieri nonostante il ceco sia al centro delle voci di mercato. Non hanno avuto modo di incidere più di tanto invece i neoacquisti Ouwejan e Forestieri. Il primo, in particolare, si è limitato alla nomale amministrazione ed essendo stata la prima gara in bianconero va bene così.

Sport

Udinese – Bologna, le formazioni ufficiali

Adem Skoric

Formazioni ufficiali
UDINESE – BOLOGNA | 35^ Giornata di Serie A TIM

Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Nuytinck; Molina, De Paul, Walace, Arslan, Stryger Larsen; Pereyra; Okaka. A disposizione: Gasparini, Scuffet, Samir, Ouwejan, Makengo, Micin, Llorente, Forestieri, Palumbo, De Maio, Zeegelaar. Allenatore: Gotti 

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Soriano, Schouten; Skov Olsen, Vignato, Barrow; Palacio. A disposizione: Da Costa, Ravaglia, Orsolini, Sansone, Mbaye, Poli, Baldursson, Antov, De Silvestri, Svanberg, Faragó, Juwara. Allenatore: Mihajlovic

Arbitro: Santoro di Messina
Assistenti: Cecconi e Rossi
IV: Di Martino
VAR: Abisso
AVAR: Bindoni

Continua a leggere

Sport

Udinese – Bologna, Nuytinck intervistato da Sky

Adem Skoric

Nel prepartita di Udinese-Bologna, il centrale difensivo bianconero Bram Nuytinck ha parlato ai microfoni di Sky: “Noi vogliamo vincere ogni partita ma è vero che nelle ultime partita in casa non abbiamo fatto benissimo, dobbiamo cambiare questa tendenza con una vittoria. Centesima presenza? Sono molto fiero di essere arrivato alle 100 partite con l’Udinese, speravo di arrivare almeno a questo punto e sono molto felice. Voglio crescere e giocare ancora qua, sono molto orgoglioso“.

Continua a leggere

Sport

Udinese, Gotti non cambia. Contro il Bologna occhio al talentino Vignato

Redazione

Match day per l’Udinese che oggi alle ore 15 affronterà alla Dacia Arena il Bologna nella gara che, insieme a Spezia-Napoli che si giocherà in contemporanea, aprirà il 35^ turno di Serie A. Gara importante per i bianconeri che affrontano un Bologna che tutto sommato sta facendo bene. 39 punti per entrambe: chi vince potrà continuare ad inseguire il Verona nel tentativo di arrampicarsi a quel decimo posto che è l’obiettivo di entrambe le formazioni.

Gotti, per riuscirci, non dovrebbe toccare la formazione che bene ha fatto contro Benevento e Juventus, con la sola eccezione di Juan Musso che, dopo il turno di squalifica, si riprende il suo posto in porta con Scuffet che si riaccomoda in panchina. Per il resto quindi Pereyra ancora sulla trequarti a spalleggiare Okaka con l’unico vero dubbio che è rappresentato da Forestieri. Se alla fine dovesse giocare il Topa, ad andare in panchina potrebbe essere Arslan con il Tucu abbassato a centrocampo con Walace e ovviamente De Paul. In caso contrario, come detto, non verrebbero toccati i 10 giocatori di movimento con il pacchetto difensivo ancora composto da Becao, Bonifazi e Nuytinck.

Di fronte ci sarà un Bologna che ha gli stessi punti dei bianconeri e che in classifica si trova dietro solo per la differenza reti. Sarà quindi sfida ad armi pari. Occhio però ai rossoblù che segnano parecchio come ha dimostrato tra l’altro il pirotecnico 3-3 contro la Fiorentina dello scorso week end che ha incoronato Rodrigo Palacio come il bomber più anziano ad aver mai realizzato una tripletta in Serie A. E a servire tutti e tre gli assist al Trenza ci ha pensato il talentino classe 2000 Emanuel Vignato che è la grande novità dei felsinei di questo scorcio finale di campionato. Rispetto all’andata sarà in panchina Orsolini che ha ormai perso il posto: giocherà Skov Olsen come trequartista di destra con Barrow dall’altra parte. Per far spazio a Vignato, Soriano dovrebbe abbassarsi ed essere proposto nel centrocampo a due insieme a Schouten. Dietro ci sarà il grande ex Danilo. Appuntamento alla Dacia Arena alle ore 15.00.

Continua a leggere

UDINESETV LIVE

Facebook

Ultime News