fbpx
Connettiti con noi

news

Quest’anno anche tutte le gare interne dell’APU OWW Udine in diretta su Udinese TV

Redazione

Apu Old Wild West Udine e Udinese Tv sono liete di annunciare la nuova partnership per la stagione sportiva 2020-2021. 

L’emittente bianconera, visibile attraverso il canale 110 del digitale terrestre in Friuli Venezia Giulia e Veneto, trasmetterà tutti gli incontri casalinghi della formazione di coach Matteo Boniciolli, a partire dalla Supercoppa Centenario e a seguire della Serie A2 che prenderà il via a novembre. L’importante accordo, che affonda le proprie radici molti anni or sono, nasce dall’esigenza odierna di garantire massima visibilità a tutte le migliaia di tifosi dell’Apu. Quest’anno, infatti, non si potrà sfruttare la piena capienza del PalaCarnera, vista la situazione contingente dovuta al Covid-19. Lo scorso mese la campagna abbonamenti è stata bloccata a quota mille abbonati (quota bruciata in tre giorni), in seguito all’aggiornamento delle direttive sull’accesso agli impianti sportivi. Apu conta da sempre sul più numeroso pubblico italiano della categoria. L’anno scorso gli abbonati erano quasi tremila e la percentuale di occupazione del palazzo oltre il 99%. Pertanto quest’anno la scelta (per la prima volta!!!) di trasmettere in diretta anche le partite casalinghe, è dettata dalla precisa volontà della società di non scontentare nessuno.  
La qualità delle immagini sarà garantita da standard di produzione televisiva elevati e dalla presenza al Carnera di almeno tre telecamere professionali – estendibili a cinque in caso di partite di particolare rilevanza –, di cui due posizionate in alto e una a bordocampo per le riprese dal basso e per gli interventi “live” dei protagonisti. Che dire di più?! Adrenalina garantita!!! Tutti i tifosi bianconeri avranno dunque l’opportunità di seguire le gesta di Michele Antonutti, Dominique Johnson & co. attraverso Udinese Tv che, oltre alla diretta degli incontri, darà ampio spazio anche al pre e post gara con collegamenti, interviste e immagini esclusive. L’offerta si completerà con approfondimenti settimanali dedicati al team friulano e la presenza settimanale di almeno un tesserato dell’Apu OWW Udine alla trasmissione del martedì sera “Basket a Nordest”. Nel corso della stagione verranno proposti anche alcuni match, tra i più importanti, che la Old Wild West Udine giocherà in trasferta. 


L’accordo con Udinese TV – le parole del Presidente dell’Amici Pallacanestro Udinese Alessandro Pedonepermetterà ai nostri amatissimi e numerosissimi tifosi che non hanno potuto abbonarsi, di poter comunque assistere agli incontri interni della nostra squadra. Volevamo dare un forte segnale di
vicinanza alla nostra Terra, in questo momento così particolare e grazie alla collaborazione pluriennale  con Udinese TV tutto ciò è stato reso possibile”

 
Anche quest’anno siamo lieti di vantare l’esclusiva per trasmettere le gare dell’Apu – commenta il Direttore Generale di Udinese Calcio, società editrice del canale tv, Franco Collavino -, per Udinese TV questo è un passaggio fondamentale che completa l’offerta di sport e dà un segnale di continuità su quelli che sono i punti di riferimento del palinsesto fin dall’inizio delle trasmissioni del nostro canale. Con il campionato di Serie A2 in diretta dal Carnera, la differita delle gare di Treviso e il talk show, gli appassionati di sport avranno la possibilità di fruire di un ‘pacchetto basket’ di alto livello”.

Cronaca

Riaperta la Rocca di Monfalcone

Redazione

La Rocca di Monfalcone ha riaperto le sue porte veneziane. Stamattina è stata inaugurata l’apertura del simbolo della città: la Rocca. Dall’8 maggio e per tutti i fine settimana fino al 31 ottobre sarà possibile salire sulla fortezza veneziana, anche a bordo del servizio di trasporto gratuito, il Roccabus. Le fermate per salire a bordo del pullmino sono quelle al Museo della Cantieristica a Panzano e in Piazza Unità, proprio a fianco del Palazzo Municipale.

La Rocca riapre al pubblico con tre rappresentazioni teatrali nell’arco del primo fine settimana di apertura: sabato 8 maggio alle 18:00 in programma letture sceniche sull’Inferno dantesco, mentre domenica 9 maggio alle 11:00 e alle 17:30 sarà la volta del Purgatorio e del paradiso. Un evento di prestigio, dunque, dedicato ai 700 anni di Dante e nel segno del recupero della storia cittadina, con la direzione e l’interpretazione di Massimiliano Finazzer Flory e l’accompagnamento musicale di Simone D’Eusanio.

Ma le novità non finiscono qui. Nei finesettimana di apertura della Rocca sarà possibile visitare il monumento e godere di visite guidate. Per gli appassionati di storia, natura o camminate, poi, c’è la possibilità di riscoprire il sentiero della Grande Guerra, il percorso tematico più lungo d’Italia. 

Presenti all’inaugurazione oltre al Sindaco Anna Maria Cisint la sottosegretario di Stato per l’ambiente e la tutela del territorio Gava, la europarlamentare Lizzi, l’assessore regionale Callari, il consigliere regionale Nicoli e gli assessori Asquini e Fasan.

Continua a leggere

Cronaca

Covid: in Fvg continua il calo di ricoveri ordinari e terapie intesive

Redazione

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.916 tamponi molecolari sono stati rilevati 68 nuovi contagi con una
percentuale di positività dell’1,38%. Sono inoltre 2.847 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 22 casi (0,77%). I decessi registrati sono 6, ai quali se ne aggiungono 2 pregressi, mentre i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 21 e si riducono anche quelli negli altri reparti che risultano essere 157.

Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.740, con la seguente suddivisione territoriale: 795 a Trieste, 1.989 a Udine, 668 a Pordenone e 288 a Gorizia. I totalmente guariti sono 90.257, i clinicamente guariti 5.533, mentre le persone in isolamento scendono a 6.309.

Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 106.017 persone con la seguente suddivisione territoriale: 20.889 a Trieste, 50.388 a Udine, 20.680 a Pordenone, 12.873 a Gorizia e 1.187 da fuori regione.

Gli approfondimenti di sabato 8 maggio

Nel dettaglio dei dati odierni sul Covid-19 in Friuli Venezia Giulia, nel settore delle residenze per anziani non è stato rilevato alcun caso di positività tra le persone ospitate nelle strutture regionali e non risultano esserci stati contagi tra gli operatori sanitari all’interno delle stesse strutture.

Sul fronte del Sistema sanitario regionale (Ssr) nell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale si registra la positività di un infermiere e nell’Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina quella di un medico.

Continua a leggere

Cronaca

Vaccini: il 15 e 16 maggio 2mila dosi uniche a Villa Manin

Redazione

“Una grande giornata di sensibilizzazione e di promozione della vaccinazione, che associa alla possibilità di inoculare il vaccino alle persone di età compresa tra i 60 e i 79 anni, anche la valorizzazione di un luogo simbolo della cultura regionale, ossia Villa Manin, dove verrà allestito per due giorni un hub in cui verranno somministrate le dosi di “Johnson&Johnson”.

A darne notizia è il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia Riccardo Riccardi il quale, insieme alla collega di giunta e assessore alla Cultura Tiziana Gibelli, ha programmato per il prossimo fine settimana una “due giorni” di vaccinazioni all’interno del complesso dogale codroipese. Al
momento si stanno definendo gli ultimi dettagli dell’operazione che dovrebbe consentire l’inoculazione di dosi a circa 2mila persone.

“Al pian terreno di Villa Manin – spiega il vicegovernatore – verranno allestite sei postazioni di vaccinazione, utilizzando il modello già collaudato nei diversi hub attivi da tempo in diverse parti della regione. Al suo interno, dalle 9 alle 19, potranno essere somministrate 1000 dosi di vaccino al giorno, grazie alla presenza di una cinquantina tra medici, infermieri e assistenti sanitari messi a disposizione dall’Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale. Chiunque abbia un’età compresa tra i 60 e i 79 anni potrà prenotare già da domani la vaccinazione attraverso i canali tradizionali del call center (0434/223522), cup, webapp e farmacie. Per l’occasione non mancherà il supporto dei volontari della Protezione Civile, i quali saranno impegnati a garantire l’aspetto logistico delle giornate”.

“La vera novità di questa operazione massiva codroipese – spiega ancora Riccardi – è data dal fatto che la Regione utilizzerà, per la circostanza, il vaccino Janssen (Johnson&Johnson), che prevede la somministrazione di una sola dose, senza necessità di doversi sottoporre ad una seconda inoculazione di richiamo. Inoltre chi appartiene alla categoria 60/79 anni e ha già prenotato la vaccinazione può disdirla per chiederne l’anticipazione in occasione delle due giornate di Villa Manin”.

“La scelta di operare in questo senso in uno dei luoghi simbolo del Friuli Venezia Giulia – conclude Riccardi – è legata al fatto che vogliamo dare un segnale forte di come il vaccino sia anche un fattore culturale; questa accezione va intesa nel senso più lato del termine e che deve trovare radicamento entro ognuno di noi quale azione per consentire di tornare al più presto verso la normalità”.

“D’intesa con il vicegovernatore Riccardi – spiega l’assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli – abbiamo scelto di compiere questa abbinata dando quindi un segnale concreto proprio in queste giornate di riapertura dei luoghi della cultura in Friuli Venezia Giulia. Villa Manin è di per sé iconico e uno dei più grandi patrimoni culturali della regione, certamente quello più indicato per dare vita a questa manifestazione dalla doppia valenza”.

“Nelle giornate del 15 e 16 maggio nel complesso dogale – aggiunge Gibelli – saranno visitabili le aree non interessate dalla vaccinazione, ovvero la cappella gentilizia, la scuderia con i nuovi quadri multimediali, la sala della stufa, l’esposizione sui Magredi nonché il parco monumentale. Nei prossimi giorni nel sito di Villa Manin saranno resi noti gli orari delle visite guidate. Per tutte le persone che il 15 e 16 maggio si vaccineranno nel complesso dogale – conclude l’assessore alla Cultura – è prevista una piccola sorpresa/omaggio che rimarrà come ricordo delle giornate”.

Continua a leggere

UDINESETV LIVE

Facebook

Ultime News