fbpx
Connettiti con noi

Cronaca

Ziberna: “il pianto e l’orgoglio di Gorizia per chi si e’ sacrificato in nome della pace”

Avatar

Gorizia si ritrova a vivere lo stesso dolore di 17 anni fa, quando, a Nassiriya, vennero assassinati, tre carabinieri del 13° Reggimento di stanza a Gorizia, lo stesso cui apparteneva, Vittorio Iacovacci, ucciso in Congo durante un attentato, insieme all’ambasciatore italiano, Luca Attanasio e all’autista del convoglio. Il sindaco, Rodolfo Ziberna,  annunciando il lutto cittadino per il giorno dei funerali, esprime il cordoglio della comunità e la vicinanza alla famiglia ed alle donne e gli uomini dell’Arma dei Carabinieri, rappresentati anche da una sua lettera inviata anche al Comandante regionale ed al Comandante generale dell’Arma.Si è sentito, già in mattinata, con il comandante del 13° Reggimento, il colonnello Saverio Celie, annunciando una sua visita in caserma per esprimere di persona il dolore della città.“Vorrei che il sacrificio di chi, ogni giorno, rischia la propria vita per cercare di difendere la pace in paesi feriti dalla guerra non fosse vano ma servisse per far crescere questo grande valore nelle giovani generazioni ” sottolienea  Ziberna e accanto al dolore dobbiamo esprimere con forza il nostro orgoglio per questi servitori dello Stato che non temono di mettere a repentaglio le loro vite per salvare quelle di tante altre persone. Parteciperò personalmente ai funerali, se le misure anti Covid 19 lo consentiranno e,  in ogni caso, la Città sarà presente con una corona di fiori.  Gorizia, conosce il significato profondo delle devastazioni di una guerra, devastazioni anche psicologiche ed emotive di cui ancora oggi porta le cicatrici, ma conosce anche la forza della speranza e della volontà di reagire che l’hanno spinta a partecipare alla costruzione di un nuovo futuro di pace. Uno sforzo premiato con la nomina a Capitale europea della cultura 2025 che oggi mi sento di dedicare a questi nostri ambasciatori di pace morti mentre cercavano di costruire un mondo migliore”.

Continua a leggere

Cronaca

“Sport essenziale per benessere ragazzi e famiglie” intervento dell’assessore Gibelli a Fipav

Avatar

“Partecipo all’assemblea elettiva della Federvolley Fvg per testimoniare innanzitutto la mia gratitudine,
sia come cittadina che come rappresentante del governo regionale, all’associazionismo sportivo senza il quale nell’estate 2020 i ragazzi non avrebbero potuto fruire dei centri estivi, concreto momento di ricreazione per i giovani limitati da mesi nelle loro attività ma anche sollievo per le famiglie; il secondo grazie va al Coni Fvg e alle federazioni di calcio-basket-pallavolo per il coraggio dei presidenti di interrompere le attività a supporto del contenimento della pandemia”.

Lo ha sottolineato l’assessore regionale allo Sport, Tiziana Gibelli, intervenendo in presenza all’assemblea delle 115 società chiamate a eleggere i nuovi componenti del Comitato regionale. A
Fipav sono tesserati circa diecimila tra atleti, dirigenti e allenatori e oggi ben il 78% degli aventi diritto al voto era presente all’Assemblea. Riconfermato il presidente Alessandro Michelli, i nuovi componenti del Comitato regionale sono i consiglieri Benedetta Bratta, Antonio Liberti, Valter Nicoloso, Walter Rusich, Giancarlo Snidero, Silvano Zilli; il revisore dei conti è Lorenzo Felician. Luca Tarantini (Martignacco) è stato indicato come rappresentante dei tecnici mentre a Francesco Pighin (Prata) spetta la carica relativa agli atleti. In qualità di coordinatrice degli assessori regionali allo Sport e Cultura, Gibelli ha ricordato che, proprio grazie al grande apporto che Coni e mondo sportivo hanno dato nel corso della pandemia, non solo il Friuli Venezia Giulia ma tutte le amministrazioni regionali hanno preso una posizione netta, rilanciata dalla Conferenza delle Regioni, contro l’abolizione dei Coni regionali, “una riforma pensata evidentemente – ha sottolineato Gibelli – da chi non conosce la realtà delle cose”. L’assessore ha ricordato le azioni a supporto del mondo dello sport, un settore che, come quello della cultura e dello spettacolo, è stato tra i più colpiti. “Sono fiera del fatto che ha rimarcato – la nostra regione, grazie a un’azione convinta e corale del governatore e di tutta la Giunta, sia riuscita a fare di più di tutte in Italia”.

In merito alle conseguenze delle nuove normative proposte dal ministro Spadafora, Gibelli ha annunciato forte pressing affinché vengano apportati correttivi nei decreti attuativi.

“Terremo fede a questa posizione – ha rimarcato Gibelli – perché non si possono abolire i Coni regionali con un colpo di spugna e perché continueremo a salvaguardare il mondo dello sport, che voi federazioni rappresentate a tutto titolo: lo sport insegna a rispettare regole, una risorsa essenziale per l’educazione e crescita sana delle fasce più giovani della società”.

Sia da parte del presidente del Coni regionale, Giorgio Brandolin, sia da parte del riconfermato presidente, Alessandro Michelli, è stato espresso un ringraziamento alla Regione sia per il sostegno alla garanzia di una presenza territoriale del Coni, sia per “la strettissima collaborazione per definire contributi e ristori a sostegno delle tante fattispecie di impegno a favore dello sport che hanno consentito di superare i momenti più difficili e riprendere in sicurezza almeno alcune attività”. Da parte di Michelli, in particolare, è stata ricordata la necessità di una sorta di ‘piano Marshall’ per rimediare ai danni procurati dalla pandemia sia dal punto di vista numerico che da quello psicologico, partendo dalla scuola e quindi avviando una proficua collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale. E’ stato, quello di Michelli, un intervento di bilancio della sua presidenza che, partendo inevitabilmente dalle problematiche legate all’emergenza da Covid, ma anche dalle difficoltà messe in evidenza dalle società, ha spaziato dalle questioni prettamente tecniche e gestionali a temi di certo non meno rilevanti, in
primis quelli sanitari, legali e fiscali ma anche sociali.

Tra i programmi per il prossimo quadriennio Michelli ha indicato l’intenzione di incentivare la collaborazione tra selezionatori ragionali e territoriali, favorire la specializzazione degli atleti, qualificare ancora di più l’aggiornamento degli allenatori, sostenere la formazione dei dirigenti. Sul fronte sanitario la proposta è stata quella di individuare un referente medico regionale, cui possibilmente affiancare dei referenti territoriali. Parallelamente l’intenzione è quella di mettere a
disposizione delle società sia un fiscalista che un legale, implementando così i servizi di consulenza di Fipav nazionale.

Particolare attenzione sarà inoltre dedicata a Beach e Sitting volley, aree finora poco sviluppate, mentre è prevista continuità nella promozione di eventi con ricaduta in termini di promozione e immagine della pallavolo oltre del territorio.

Continua a leggere

Cronaca

8 marzo, Lega: “per emancipazione femminile c’è ancora molto da fare”

Avatar

“La ricorrenza dell’8 marzo è il simbolo che unisce tutte le donne italiane che attraverso le loro esperienze, azioni ed esempi in famiglia, nel lavoro, nel volontariato e nelle istituzioni, hanno contribuito a costruire l’Italia di oggi e quotidianamente continuano a sostenere lo sviluppo della nostra società e della nazione”.

Lo afferma in una nota il Gruppo della Lega in Consiglio regionale, in riferimento alla Giornata internazionale dei diritti della donna.

“Per traguardare la parità di genere – prosegue la nota del Carroccio – non basta proclamarsi progressisti a parole e non esserlo nei fatti. Occorre garantire concretamente a chiunque le stesse opportunità, valorizzando competenze, serietà e impegno, prima ancora di considerare freddi rapporti numerici”.

“In occasione di questa importante ricorrenza – concludono gli esponenti regionali della Lega – rivolgiamo un pensiero a tutte le donne vittime di violenza e femminicidio. Rimarchiamo, infine,
che il mancato rispetto della donna è inconcepibile e inconciliabile con i principi cardine della nostra società libera, democratica, occidentale e moderna”.

Continua a leggere

Cronaca

Serio infortunio per un ciclista tra Dardago e Piancavallo

Avatar

È caduto impattando sull’asfalto mentre scendeva in sella alla bici lungo la cosiddetta “Venezia delle nevi”, la strada che congiunge Dardago a Piancavallo, procurandosi traumi alla testa e al torace. Un ciclista di Porcia è stato velocemente raggiunto da sette soccorritori della stazione di Pordenone del Soccorso Alpino attivati dalla Sores – a chiamare il Nue112 è stato un altro escursionista che stava percorrendo la stessa strada- che sul posto gli hanno prestato i primi soccorsi in attesa dell’arrivo dell’ambulanza con il personale sanitario. L’uomo è stato ricoverato all’ospedale di Pordenone.

Continua a leggere

UDINESETV LIVE

Facebook

Ultime News