fbpx
Connettiti con noi

Cronaca

Vaccini: ipotizzabile l’apertura a nuove fasce della popolazione

Redazione

“Stiamo moltiplicando i centri di vaccinazione sul territorio in base a un modello che consente di massimizzare la capacità di vaccinazione, garantendo così che ogni punto di somministrazione effettui almeno qualche centinaio di inoculazioni al giorno. In questo momento il problema della disponibilità di dosi è secondario, mentre l’auspicio è che i cittadini comprendano l’importanza della vaccinazione e aderiscano all’appello alla vaccinazione lanciato dalle istituzioni. Per ottenere questo risultato la Regione, il servizio sanitario, gli enti locali e tanti volontari si stanno impegnando per rendere la vaccinazione più semplice possibile per tutti i cittadini”.

Lo ha detto il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, all’apertura della sede extra ospedaliera per la somministrazione dei vaccini alla palestra comunale S. Ušaj di Aurisina (Trieste), avvenuta alla presenza, tra altri, del sindaco di Duino-Aurisina Daniela Pallotta.

Riccardi ha spiegato che “purtroppo l’adesione alla campagna nella fascia d’età tra 60 e 69 anni è stata inferiore alle aspettative di circa il 10% rispetto a quella tra 70 e 79 anni ed anche nella categoria 4, ovvero gli under 60 con fragilità minori, su una platea di 77mila persone hanno prenotato la somministrazione meno di 15mila persone, nonostante in quest’ultimo caso venga somministrato il vaccino Pfizer”.

Il vicegovernatore ha evidenziato che “l’auspicio è di superare rapidamente questa situazione, ma se oggi non ci sarà un’inversione di tendenza nell’andamento delle prenotazioni valuteremo l’ipotesi di estendere la campagna vaccinale anche ad altre fasce d’età. La disponibilità di dosi e la capacità di
somministrazione del Servizio sanitario ci consentono infatti di ipotizzare un’ulteriore apertura delle agende, per valutare quale sarà la risposta da parte dei cittadini che al momento non hanno ancora potuto vaccinarsi”.

Riccardi ha spiegato che “la pandemia è tutt’altro che passata nonostante gli indicatori siano migliori rispetto alle scorse settimane. Per evitare che nuovi focolai possano accendersi la popolazione deve continuare a rispettare il distanziamento e usare i dispositivi di protezione, ma soprattutto è necessario
vaccinarsi”.

Cronaca

Violenza sessuale sulle nipoti, 14 anni al nonno orco

Redazione

Un pensionato, residente in provincia di Pordenone, è stato condannato a 14 anni di reclusione per violenza sessuale nei confronti delle due nipoti minorenni. La sentenza è stata pronunciata ieri dal Tribunale di Pordenone e ne dà notizia la stampa locale.

Secondo quanto è stato accertato, le violenze sono iniziate quando una delle nipoti aveva poco più di 13 anni. Le ragazzine erano state affidate all’anziano affinché vigilasse su di loro e le aiutasse nello svolgimento dei compiti scolastici. I giudici hanno anche disposto un ingente risarcimento patrimoniale.

Non sono stati forniti altri dettagli dell’uomo condannato, se non il fatto che risiede nel territorio di giurisdizione del Tribunale di Pordenone, per tutelare la vita privata delle vittime, che hanno denunciato i fatti molti anni dopo che erano accaduti, solo quando sono diventate maggiorenni. (ANSA)

Continua a leggere

Cronaca

Belluno, donna di Tolmezzo travolta da una valanga

Redazione

Sulla Tofana di Rozes tre amici stavano affrontando, a piedi con i ramponi, il traverso che porta allo spallone, 200 metri sopra il Rifugio Giussani. Più alti rispetto al percorso consueto, si sono trovati però su di un cumulo di neve ventata che ha ceduto, trasportando per 150 metri una ragazza, A.C., 27 anni, di Tolmezzo (UD), che non aveva Artva con sé. Fortunatamente non è stata sommersa dalla neve ed è stata raggiunta dai compagni e da altre persone presenti. Sul posto sono arrivati l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore e una squadra del Soccorso alpino di Cortina e del Sagf con un’unità cinofila, portata in quota dell’elicottero dell’Air Service Center. La ragazza, con un sospetto trauma alla schiena, è stata quindi accompagnata all’ospedale di Belluno per gli accertamenti del caso. I soccorritori hanno invece provveduto a bonificare la superficie con il passaggio del cane, Artva e Recco, escludendo la presenza di altri coinvolti. 

Continua a leggere

Cronaca

Giovane capriolo salvato a Lignano

Redazione

Questa mattina la squadra dei Vigili del fuoco del distaccamento volontario di Lignano(UD) ha eseguito un intervento congiunto con Carabinieri, Capitaneria di Porto e Polizia Locale per il soccorso e recupero di un giovane capriolo. L’animale che vagava per la cittadina balneare e arrivato fino all’arenile entrando anche in acqua. Bloccato dal personale degli enti intervenuti è poi stato preso in consegna da un veterinario e dal personale incaricato del recupero della fauna selvatica.

Continua a leggere

UDINESETV LIVE

Facebook

Ultime News