fbpx
Connettiti con noi

Cronaca

I migliori eventi e spettacoli del 23-25 luglio in Fvg

Redazione

Siete pronti per vivere un bel weekend di fine luglio in regione? Come al solito non mancano appuntamenti di tutti i tipo nelle nostre città e nelle località di vacanza. Facciamo allora una carrellata delle date e degli orari da segnarsi in calendario. Preferite qualcosa di culinario o di musicale? Siete più tipi da camminate in mezzo alla natura o da eventi mondani? In Fvg ce n’è per tutti i gusti!

Street FUD Festival a Udine

Piazza I Maggio vi aspetta per tre giornate all’insegna del buon cibo e del divertimento, in una location sicura! Saranno presenti una ventina di street chef pronti a deliziarvi con i loro piatti!
Potrete scegliere tra tante specialità da tutta Italia e non solo.
Durante la serata di venerdì verrà offerto il fantastico SPETTACOLO DI FONTANE DANZANTI, un gioco di luci e colori a tempo di musica. Appuntamento alle ore 22:00 con ingresso gratuito.

Si sottolinea che l’evento sarà svolto in totale sicurezza. Personale qualificato controllerà il distanziamento sociale e il corretto utilizzo delle mascherine, ogni operatore metterà a disposizione della clientela gel igienizzante e i tavoli adibiti alla consumazione saranno posizionati in maniera tale da garantire il distanziamento, così da permettere una piacevole e rilassata permanenza.
L’orario sarà il venerdì dalle 18.00 a mezzanotte e il sabato e la domenica dalle 11.30 a mezzanotte.

Cristina Zavalloni a Pordenone

Un nuovo evento d’accezione per la lunga estate del Teatro Verdi di PordenoneVenerdì 23 luglio (ore 21.00 Sala Grande) atteso il concerto di una delle voci più significative del panorama nazionale: Cristina Zavalloni, accompagnata da altri nomi eccellenti della musica italiana, porterà in scena in prima nazionale un intrigante gioco musicale alla scoperta delle canzoni di Nino Rota, una rilettura delle canzoni del “musicista di Fellini” realizzata attraverso le tante, diverse anime presenti in ogni brano.

La programmazione estiva del Verdiriserva per sabato 24 luglio un appuntamento in collaborazione con il CAI di Pordenone per portare il teatro ad alta quota, all’interno di un comune progetto per la sensibilizzazione sui temi della salvaguardia ambientale. Debutta in prima regionale alle 18.00 al Rifugio Pordenone – splendida location nel parco delle Dolomiti friulane, Patrimonio Unesco, che festeggia quest’anno i 90 anni dalla fondazione – lo spettacolo “I guardiani del Nanga”, testo della giovane autrice Gioia Battista che racconta sette storie esemplari per sette arditi esploratori.

Cena medievale a Gemona

Torna a Gemona la “CENA MEDIEVALE” di Tempus est Jocundum. Venerdì 23 luglio presso il Chiostro del Santuario di Sant’Antonio ore 19.30. Una serata per immergersi nell’atmosfera medioevale. Saremo accompagnati in questo viaggio a ritroso nel tempo dal Prof. Angelo Floramo e da diversi artisti che ci faranno conoscere meglio il Sommo Poeta: Dante. Una cena che saprà soddisfare il vostro palato con i sapori, e la magia, di un tempo.

Festival Darte in Carnia

Il Festival Darte continua la sua speciale programmazione con concerti diffusi, visite guidate ed escursioni. Sabato 24 luglio alle ore 17.00 a Dierico di Paularo, nel Sagrato della Chiesa di Santa Maria Maggiore, è in programma il concerto dell’ensemble friulano Parcé no, mentre alle ore 21 nel Sagrato della Chiesa di Santo Stefano a Piano d’Arta, il rinomato Quartetto d’Archi Stradivarius proporrà un programma speciale con ospiti il Coro Peresson di Arta Terme e la formazione Parce no in una nuova veste.

Domenica 25 luglio alle ore 11 nel Sagrato della chiesa di San Martino a Rivalpo di Arta Terme, sarà in concerto il brillante violoncellista Marco Venturini, con a seguire una visita nella frazione di Rivalpo-Valle a cura di Carnia Greeters. Alle ore 15.30 il Festival Darte propone, con ritrovo al Municipio di Zuglio, una interessante e insolita escursione nell’antico presidio romano, mentre alle ore 17 segue il concerto a Sezza di Zuglio in località Marcelie con il duo flautistico Orsola Banelli e Luisa Sello.

È la Mozartina 2 in Borgo Sant’Antonio a Paularo ad ospitare, sempre domenica alle ore 20 e 21, con intermezzi di visite guidate nel museo del suono creato dal compositore Giovanni Canciani, il concerto della talentuosa pianista Emma Brumat, recentemente vincitrice del concorso Casa delle Arti di Gorizia.

FVG Orchestra presenta Accordi Musicali

Per la prima volta, la FVG Orchestra presenta una propria stagione con un Festival internazionale
di musica classica organizzato insieme alla European Foundation for Support of Culture e
con la collaborazione del Comune di Tolmezzo e della Fondazione Bon (Carniarmonie).
Il Festival Accordi Musicali, infatti, è composto da dieci concerti che, dal 17 luglio al 3 agosto,
porteranno sul palco del Teatro Luigi Candoni di Tolmezzo alcuni tra i compositori sinfonici più
celebri ed amati come Beethoven, Schubert, Dvorák e Mendelssohn. Venerdì 23 luglio alle 20:30 l’appuntamento è al teatro Candoni di Tolmezzo.

Ci siamo dimenticati qualcosa di importante? Avete altri eventi o appuntamento interessanti da segnalarci a Udine o dintorni? Volete mandarci foto e video delle vostre gite fuori porta? Scriveteci all’indirizzo redazione.udinews@gmail.com o sui nostri social network!

Continua a leggere

Cronaca

Cambia 2mila euro di banconote rovinate alla biglietteria automatica della stazione, denunciato per riciclaggio

Redazione

La Squadra di Polizia Giudiziaria della Polfer di Trieste, in collaborazione con la Sezione Polizia Ferroviaria di Udine, ha recentemente concluso un’operazione iniziata nel maggio scorso grazie ad una segnalazione giunta dalla Protezione Aziendale del Trenitalia S.p.A.

L’azienda aveva lamentato che presso le biglietterie automatiche della stazione di Udine, dalla fine di aprile, era stata rilevata la sospetta presenza di un numero elevato di banconote di grosso taglio in pessimo stato.

Le indagini di polizia, anche grazie alle registrazioni della videosorveglianza, hanno portato all’identificazione di un cittadino italiano di 66 anni, residente ad Udine e titolare di una piccola impresa, il quale si era recato più volte presso le emettitrici automatiche acquistando, per un importo complessivo superiore ai 2.000 euro, biglietti per piccole tratte. Ogni volta l’uomo inseriva banconote di grosso taglio molto logore ottenendo di resto denaro più facilmente spendibile. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Udine, gli agenti Polfer si sono recati presso l’abitazione del sessantenne ove, a seguito di perquisizione, sono stati rinvenuti ulteriori 6.000 euro in banconote da 50 e 100 euro, tutte nello stesso precario stato di conservazione.

Il denaro, probabilmente danneggiato dall’umidità del luogo ove era stato riposto, è stato trattato con degli agenti chimici per eliminare la muffa e grossolanamente aggiustato con nastro adesivo.

Verosimilmente allo scopo di recuperarne il valore, il proprietario ha pensato dunque di “cambiare” i biglietti di banca presso la biglietteria automatica.

L’uomo, la cui situazione è ora al vaglio della Magistratura udinese è stato dunque denunciato a piede libero per il reato di riciclaggio e dovrà ora dimostrare la provenienza delle banconote in questione.

Continua a leggere

Cronaca

388 autisti assenti, attivato piano per garantire trasporti

Redazione

“Per fare fronte all’emergenza causata dal Covid-19, le Prefetture, in stretta collaborazione con la Regione, hanno già attivato delle misure importanti per assicurare un regolare accesso ai poli scolastici da parte degli studenti delle scuole superiori sia attraverso i normali mezzi del Trasporto pubblico locale (Tpl) che con l’ausilio di servizi aggiuntivi realizzati anche con la partecipazione di vettori Ncc (Noleggio con conducente)”.

Lo ha affermato oggi in Consiglio regionale l’assessore ai Trasporti, Graziano Pizzimenti, rispondendo a una interrogazione dedicata a questi temi.

“Solo dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del decreto legge 139, lo scorso 9 ottobre – ha sottolineato Pizzimenti -, sono maturate le condizioni per raccogliere le comunicazioni preventive di non possesso del Green pass da parte degli operatori del settore”.

“Anticipatamente all’entrata in vigore di tale provvedimento, l’Amministrazione regionale aveva già richiesto alle aziende di Tpl di organizzarsi per minimizzare eventuali impatti negativi determinati dalla presenza di personale non in possesso di Green pass. Inoltre – ha aggiunto l’assessore -, in stretto
coordinamento con le Prefetture, è stata attivata una raccolta dati per monitorare la situazione”.

“La riorganizzazione dei servizi da parte delle società Tpl Fvg scarl e delle aziende consorziate, attuata sulla base di questi dati, ha determinando infatti la soppressione di un numero consistente di corse ma ha comunque garantito a tutti i territori i necessari collegamenti per servizi scolastici”.

“Dal 15 ottobre – ha rivelato Pizzimenti – nei giorni feriali sono state cancellate 2.313 corse pari al 19,7 per cento di quelle complessive a causa del consistente numero di assenze registrate fra gli autisti: ben 388 pari al 27,8 per cento del totale. Assenze giustificate sia dalla mancanza del Green pass che a malattie e ad altre motivazioni”.

“Per quanto riguarda i trasporti ferroviari – ha precisato l’esponente della Giunta -, l’autosostituzione dei servizi sulle linee Sacile-Maniago e Udine-Cividale ha consentito al momento di assicurare la regolarità delle corse”.

“Sui rimborsi ai viaggiatori – ha affermato Pizzimenti in conclusione -, trattandosi di un contratto tra vettore e viaggiatore nel rispetto di normative europee e italiane, la tematica è di competenza e viene gestita direttamente dalle aziende di trasporto pubblico”.

Continua a leggere

Cronaca

Green pass: Trieste, qualche centinaio presidia la piazza

Redazione

Prosegue in piazza dell’Unità d’Italia a Trieste, con non più di 200 persone, sparpagliate nello spazio tra la Prefettura e il palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia, il presidio dei gruppi no Green pass dopo le
manifestazioni e le tensioni dei giorni scorsi.
   Circa metà dello spazio centrale cittadino viene occupata dai vari militanti, tra slogan scanditi battendo bottiglioni di plastica a terra, un angolino con vendita di acqua e altri generi alimentari. Per il resto vi sono alcuni capannelli di persone di varia provenienza, osservati a distanza dalle forze dell’ordine.
   Un gruppetto si è formato attorno a un noto ex pugile ed ex esponente della destra cittadina, che veste il gilet giallo della Clpt – l’organizzazione dei portuali che si è però dissociata dalla protesta dopo gli ultimi scontri – e brandisce un’icona religiosa e un rosario, che ha dialogato per un mezz’oretta con la gente.
   Alcuni manifestanti ieri avevano annunciato che sarebbero andati via per tornare venerdì, in occasione della marcia.

Continua a leggere

UDINESETV LIVE

Facebook

Ultime News