fbpx
Connettiti con noi

Cronaca

Green pass per ristoranti al chiuso ed eventi. Stato di emergenza per tutto l’anno

Redazione

Green pass obbligatorio, dal 6 agosto, per entrare nei ristoranti al chiuso e consumare al tavolo anche nei bar. Certificazione verde anche per palestre e teatri, cinema e manifestazioni sportive e culturali, per prendere parte ai concorsi. E’ la novità che arriva per fronteggiare la variante Delta e provare a frenare la risalita dei contagi, con un nuovo decreto legge Covid.    Il Green pass si ottiene con la prima dose di vaccino, con tampone rapido fatto nelle 48 ore precedenti.

Per chi sia guarito dal Covid è in vigore per sei mesi dopo la guarigione.
   

    STATO DI EMERGENZA – Lo stato di emergenza per il Covid, in vigore dal 31 gennaio 2020 e in scadenza il 31 luglio, è prorogato fino al 31 dicembre 2021.

    PARAMETRI DI RISCHIO – Cambiano i parametri per l’ingresso delle Regioni, che sono oggi tutte in zona bianca, nelle fasce di rischio con più restrizioni. Resta di 50 per 100mila abitanti l’incidenza per passare dalla zona bianca alla zona gialla ma da oggi saranno determinanti anche gli indicatori ospedalieri cioè l’occupazione delle terapie intensive e delle aree mediche. Quelli per entrare nella zona di rischio gialla sono fissati rispettivamente a 10% e 15% per le intensive e le aree mediche; 20% e 30% per entrare in zona arancione e 30% e 40% per le zone rosse (percentuale che resta invariata rispetto ai precedenti parametri).
    OBBLIGO DI GREEN PASS – Scatterà dal 6 agosto l’obbligo di Green pass per accedere a una serie di servizi e attività non essenziali. I prossimi quindici giorni sono un tempo fissato per consentire a chi non l’ha ancora fatto di vaccinarsi e alle attività coinvolte dall’introduzione dell’obbligo di organizzarsi. Il certificato servirà per le consumazioni al tavolo al chiuso in ristoranti e bar, dove non sarà invece necessario per il servizio al bancone. Servirà inoltre per spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi; musei, luoghi della cultura e mostre; piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, solo a chiuso; centri culturali, centri sociali e ricreativi al chiuso; sagre e fiere, convegni e congressi; centri termali, parchi tematici e di divertimento; attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò, concorsi pubblici.
    Sono esclusi dal Green pass i centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione.
    CINEMA E TEATRI – Arriva l’obbligo di Green pass per cinema e teatri, ma aumenta il numero di spettatori ammessi ad assistervi. In zona gialla si entrerà con Green pass, mascherina e distanziamento, ma gli spettatori potranno salire all’aperto dagli attuali 1000 a un massimo di 2500 e al chiuso da 500 a 1000. Mentre in zona bianca, dove ora sono fissati limiti di capienza, viene fissato un tetto all’aperto di 5000 persone e al chiuso di 2500 persone.
    SPORT – Per gli eventi e le competizioni sportive in zona bianca la capienza consentita non può essere superiore 50% di quella massima autorizzata all’aperto e al 25% al chiuso. In zona gialla la capienza consentita non può essere superiore al 25% e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 2.500 per gli impianti all’aperto e a 1.000 per gli impianti al chiuso.
    DISCOTECHE – Restano chiuse, ma arrivano 20 milioni di rimborsi.
    SANZIONI – Per chi viola le regole c’è una sanzione da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia dell’utente. Se le violazioni si ripetono in 3 giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.
    SCONTO SUI TAMPONI – Fino al 30 settembre 2021 la somministrazione di test antigenici rapidi sarà assicurato a prezzi contenuti.
    TRASPORTI, SCUOLA, LAVORO – Il governo non tocca per ora il tema dell’ipotesi di Green pass per i trasporti a lunga percorrenza e locali, cruciali in vista di settembre, con il ritorno dalle ferie e la riapertura delle scuole. Il capitolo istruzione e l’eventuale obbligo di vaccino per docenti e personale, ma anche il tema del Green pass nei luoghi di lavoro saranno oggetto di una nuova riunione, probabilmente la prossima settimana. 

Cronaca

Tornano in presenza i Mercoledì del placement, colloqui di lavoro con quattro realtà aziendali

Redazione

Tornano in presenza Mercoledì del placement dell’università di Udine. Per studenti, dottorandi e laureati dell’Università di Udine c’è tempo fino a martedì 26 ottobre per accreditarsi online tramite modulo on-line al link www.uniud.it/careercenter e partecipare al Mercoledì del placement, in programma mercoledì 27 ottobre, in collaborazione con la Fondazione Friuli. Le aziende si presenteranno negli spazi di palazzo di Toppo Wassermann e si renderanno disponibili alla raccolta dei curriculum ed a brevi colloqui personali per laureati e laureandi.

Le quattro realtà aziendali che parteciperanno sonoBancaTer, Fluentis, Freud, Irca Spa. Le aree di interesse, complessivamente per le diverse aziende, comprendono tutti gli indirizzi di laurea dell’Ateneo. Adecco Italia sarà a disposizione per consulenza e il 26 ottobre dalle 15:30 offrirà un servizio gratuito di consulenza e correzione curriculum su Microsoft Teams con iscrizione entro il 24/10 su www.uniud.it/careercenter. Per informazioni: careercenter@uniud.it

Mercoledì 27 ottobre il Mercoledì del placement inizierà alle 16 con l’accreditamento allo stand Adecco. In aula T4 (Auditorium) alle 16.30 ci saranno le presentazioni aziendali in Aula T4 (Auditorium). Infine dalle 17.30 in poi si terranno i colloqui personali ai desk delle aziende. Obbligo green pass e mascherina al chiuso.

BancaTer (www.bancater.it) nasce nel 2018 dall’unione della BCC di Basiliano e della BCC di Manzano per promuovere la responsabilità sociale e stimolare la crescita economica e culturale delle comunità, ispirandosi ai principi della cooperazione e del localismo. Conta 231 dipendenti.

Fluentis (www.fluentis.com) è una software house italiana che opera nel mercato delle soluzioni gestionali da oltre 25 anni con una propria piattaforma ERP ad alto contenuto tecnologico rivolto sia alle piccole imprese, sia alle medio/grandi aziende nazionali ed europee. Conta 50 dipendenti e si identifica nel mercato come unico fornitore di soluzioni integrate all’ambiente gestionale, capaci di soddisfare le esigenze delle diverse realtà aziendali.

Freud (www.freud.it/global/en/) è leader mondiale nella produzione di lame circolari, punte, gruppi per serramenti e componenti in metallo duro per l‘industria. Conta 603 dipendenti e tra le sue soluzioni, vanta il rivestimento Silver I.C.E. per le lame industriali ed il sistema ISOprofi l per il serramento. Il punto di forza Freud, unico al mondo, è la produzione interna del Metallo Duro MicroGrain, una combinazione di Titanio e Cobalto (TiCo) utilizzata per tutti i taglienti. Fondata nel 1962 in Italia, Freud oggi fa parte del Gruppo Bosch.

IRCA spa Zoppas Industries (Heating Element Technologies) (www.zoppasindustries.com) – produce resistenze elettriche e sistemi riscaldanti. Conta 8000 dipendenti in tutto il mondo ed è presente in differenti aree di mercato e avvalendosi di Business Units altamente specializzate garantisce solide competenze e costante innovazione.

Continua a leggere

Cronaca

Arrestati 4 stranieri per spaccio a Trieste

Redazione

Quattro arresti per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti da parte della polizia di Trieste. Si tratta di 4 stranieri di nazionalità pakistana e afgana, tutti tra i 21 e 31 anni, che avevano stabilito le loro piazze di spaccio nel quartiere di Campo San Giacomo e in Piazza Libertà.

I servizi su strada hanno permesso agli agenti della mobile, in borghese di documentare la cessione dello stupefacente, e anche di sequestri oltre 100 grammi di hashish.

Durante le perquisizioni effettuate in occasione dell’esecuzione degli arresti sono stati trovati nell’abitazione di uno degli indagati, il più giovane, oltre 70 grammi di hashish, suddivisi in 65 dosi pronte per essere immesse nella piazza di spaccio. Per questo motivo il pakistano è stato arrestato in flagranza di reato.

Continua a leggere

Cronaca

Green pass: Trieste, situazione tranquilla in piazza Unità

Redazione

E’ tranquilla stamani la situazione di piazza Unità d’Italia a Trieste, dove si sono concentrate le iniziative dei manifestanti contro il Green pass dopo le tensioni dei giorni scorsi. Sono circa un centinaio le persone che hanno bivaccato nel grande spazio cittadino durante la notte, dopo che ieri sera era stato dato vita a una sorta di ‘speaker’s corner’ con l’erezione di un palco non autorizzato. Verso l’una di notte il palco è stato smontato, e la situazione si è ulteriormente tranquillizzata. Anche al varco 4 del porto non si registrano assembramenti di persone, e l’attività economica prosegue regolarmente.

Continua a leggere

UDINESETV LIVE

Facebook

Ultime News