fbpx
Connettiti con noi

Spettacoli

Alice vola dalla pedana dell’Asu al palco di “Amici di Maria de Filippi”

C’è anche un po’ di Asu nella nuova edizione di “Amici di Maria de Filippi”: Alice Del Frate, 20enne farfalla della sezione ritmica dell’Associazione Sportiva Udinese, ha passato le selezioni del talent show ed è entrata a far parte della scuola più famosa del piccolo schermo! La sua esibizione è andata in onda nel pomeriggio del 9 gennaio su Canale 5. La ginnasta, che lo scorso novembre è salita sul podio col cerchio al Nazionale di Specialità vestendo il body del Pontevecchio Bologna, si è presentata con una coreografia, sulle note di “Arcade” di Duncan Laurence, che ha convinto tutti i docenti di danza: Alessandra Celentano, Veronica Peparini e Raimondo Todaro (new entry di questa stagione), quest’anno presenti assieme a Rudy Zerbi, Anna Pettinelli e Lorella Cuccarini per il canto.
«Non avevamo dubbi che Alice ce l’avrebbe fatta. Si è sempre impegnata molto, dimostrando una grande determinazione» ha commentato Nicola di Benedetto, direttore generale di Asu, che ha anche ricordato: «Siamo felici anche perché questo suo importante risultato è anche dimostrazione del fatto che Asu continua a essere fucina di talenti. Benchè Alice non abbia studiato danza da noi, la preparazione ricevuta le ha consentito di volare verso un sogno».
Anche Spela Dragas, allenatrice della giovane originaria di Sacile assieme a Magda Pigano, Carlotta Longo e alla coreografa Laura Miotti si è detta molto orgogliosa. «Questo suo traguardo è la prova che la passione e il duro lavoro pagano, un bell’esempio per tutte le ragazze che come lei si impegnano con tutte le loro forze per i propri sogni». In quanto all’esibizione Dragas ha commentato: «Alice è stato davvero brava, ma conoscendola, sono certa che saprà dare ancora di più, i margini di miglioramento sono ancora molti!»

Continua a leggere

news

Grande successo a Cividale per This is Groove, il primo Silent Concert completamente immersivo in FVG

Lo spettacolo sarà trasmesso integralmente il 31 dicembre alle 21.00 sulla nostra rete

This is Groove Immersive Edition: ha registrato il tutto esaurito il primo silent concert realizzato in Friuli Venezia Giulia nella serata di giovedì 23 dicembre al Palazzetto dello Sport di Cividale del Friuli. Grande successo dunque per l’appuntamento ideato e prodotto dall’associazione culturale udinese Living Music assieme alla scuola di musica The Groove Factory. «È stato un bel momento quello vissuto l’altra sera al Palazzetto di via Perusini – ha dichiarato Giuseppe Ruolo, Assessore allo Sport, Turismo, Eventi, Lavori Pubblici del Comune di Cividale del Friuli – un evento di musica, ballo, colori e allegria proprio quello che è mancato per troppo tempo. Ringrazio i tecnici e gli uffici comunali che si sono adoperati fino alla fine per far sì che il tutto si potesse realizzare nel migliore dei modi e soprattutto in sicurezza e infine un ringraziamento dovuto agli organizzatori che in un momento così difficile sono riusciti a mettere in piedi una kermesse di alto livello, coinvolgendo molti giovani e grandi professionisti del mondo della musica».

46 ballerini e 6 coreografi della scuola di danza Ceron, 20 coristi, diretti da Lucia Follador, del coro VocinVolo della scuola di musica Ritmea, 33 cantanti e musicisti della scuola The Groove Factory, oltre a Dente dei Fandango, Michele Poletto dei Playa Desnuda e Cindy Catarruzza, con special guest il chitarrista di Ligabue, Federico Poggipollini: questo il cast artistico che si è esibito nelle oltre due ore di musica live di questa inedita edizione di This Is Groove. Per chi se lo fosse perso, lo spettacolo verrà trasmesso integralmente il 31 dicembre alle 21.00 su Udinese Tv (canale 110 del digitale terrestre).

Grazie alla collaborazione con l’ingegnere del suono Davide Linzi, che collabora tra gli altri con Ultimo, Negrita, J-Ax, è nata l’idea di un concerto completamente innovativo. «Per renderlo possibile – spiega Linzi – è stata scelta come location il Palazzetto dello Sport di Cividale del Friuli dove sono stati costruiti tre palchi con una superficie complessiva di oltre 230 metri quadrati. Su di essi un allestimento di oltre 130 luci, 160 pannelli ledwall, video proiezioni e il tutto senza impianto audio. Sono state infatti consegnate alle 400 persone che hanno assistito al concerto (esaurito a una settimana dall’evento), altrettante cuffie senza fili per permettere un ascolto coinvolgente e diverso dal solito. Giocando un po’ con la provenienza reale delle sorgenti sui tre palchi e facendo girare qualche suono come effetto speciale, abbiamo cercato di mettere l’ascoltatore più al centro della performance live, quasi ad essere circondato dai performers».

This Is Groove Immersive edition è ideato e prodotto dall’associazione culturale Living Music assieme alla scuola di musica The Groove Factory, sostenuto Cesvi, Music Innovation Hub, La Musica che Gira, Scena Unita, Lions Club di Udine Agorà e con il patrocinio e il sostegno del comune di Cividale Del Friuli, il contributo di Fondazione Friuli e di PromoTurismo FVG. Media Partner Radio Gioconda e Food Partners Old Wild West, Shi’s, Wiener Haus.

Continua a leggere

Cultura

La magia di Mozart tra parola e musica

Atteso nella serata di lunedì 13 dicembre al Teatro Zancanaro di Sacile (ore 21.00) l’ultimo concerto del 2021 organizzato da Piano FVG nell’ambito dell’omonimo festival internazionale diretto da Davide Fregona. Protagonista la compagine nata per volere della Regione al fine di raccogliere l’eredità musicale di diverse realtà di una zona ricca di tradizioni musicali, che si distingue ormai tra le realtà sinfoniche di maggior spicco nel panorama regionale, e non solo: la FVG Orchestra, particolarmente apprezzata per talento e generosità artistica. Il programma di questo appuntamento nel segno delle festività natalizie, è interamente dedicato al genio musicale di Wolfgang Amadeus Mozart, annoverato tra i compositori più prolifici, versatili e influenti di ogni epoca, nel concerto dal titolo “La magia di Mozart tra Parole e Musica”. Con la collaborazione del Comune di Sacile e del Distretto del Pianoforte presieduto da Dory Deriu Frasson, il sostegno della Regione e di Fondazione Friuli, il concerto vede la FVG Orchestra affiancata sul palcoscenico dello Zancanaro da cinque, eccellenti voci: il soprano Francesca Geretto, il mezzosoprano Alessia Nadin, il tenore Didier Pieri, il baritono Christian Federici e il basso Diego Savini. Il programma ripercorre arie celebri tratte dalle opere Le Nozze di Figaro, Così fan tutte e Don Giovanni. Il ruolo di direttore ospite principale della FVG Orchestra è affidato al M° Paolo Paroni che la guiderà anche in occasione del concerto sacilese. Già direttore ospite nell’Orchestra del New York City Ballet, il Maestro Paroni ha lavorato con orchestre e teatri lirici di rilevanza internazionale, basti citare l’Orchestra Filarmonica Slovena, l’Orchestra Filarmonica di Zagabria, l’Orchestra Sinfonica della Radio Nazionale Bulgara, le orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Massimo Bellini di Catania, Teatro Verdi di Trieste e molte altre. Seppur di recente formazione, già notevole il curriculum della FVG Orchestra, che unisce musicisti con esperienza decennale e giovani professionisti. L’Orchestra lavora con diversi direttori di chiara fama e ospita regolarmente alcuni primi violini provenienti dalle più prestigiose realtà nazionali ed internazionali. La collaborazione tra Piano FVG e la FVG Orchestra sarà confermata in vista della finale del Concorso pianistico internazionale del prossimo mese di maggio 2022, quando i finalisti saranno appunto accompagnati nella loro esibizione della compagine sinfonica regionale. Il concerto di lunedì 13 dicembre è ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Prenotazione ai numeri 0434.088775 o 392.3293266 oppure inviando una mail a info@pianofvg.eu. Per l’ingresso in sala sono in vigore le attuali normative sul Green Pass

Continua a leggere

news

Lignano inaugura il Natale 2021 all’insegna di luci e voglia di ripartire al più presto.

«Dopo due estati all’insegna dell’incertezza, Lignano si merita un Natale di positività, con la bellezza delle sue vie addobbate di luci e colori. Perché questo è più che mai un Natale di speranza e di ripartenza».
È questo il pensiero comune che ha caratterizzato gli interventi del Sindaco di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto, dell’Assessore regionale al turismo, Sergio Emidio Bini, del presidente di Lignano Sabbiadoro Gestioni, Emanuele Maria Rodeano, nel corso dell’inaugurazione ufficiale della rassegna Natale D’A…mare, tenutasi ieri pomeriggio nel centro della località balneare. 
Se è indubbio che la pandemia inciderà ancora con l’obbligo di green pass e mascherine, è altrettanto certo che quest’anno Lignano vuole mostrarsi in una veste natalizia di grande impatto e del tutto inedita. Per la prima volta, si è riusciti a contemplare tutte le zone della città, da Riviera a Sabbiadoro, calibrando naturalmente gli interventi, ma dando una continuità alle luminarie che colpisce subito l’occhio.
Il gigantesco albero di luci di piazza Fontana, acceso ieri sera e che ora svetta per oltre 15 metri, è solo un esempio del progetto artistico sviluppato e che prevede figure alte fino a 4 metri e completamente illuminate, piramidi di luce, abeti astrali e ulteriori alberi natalizi posizionati in vari punti, a partire dalla grande rotonda di ingresso con un “esemplare” tempestato di stelle. Il complesso gioco di luci e coreografie si compone di molti elementi, tutti adattati alla cittadina e alla sua personalità: sono stati valorizzati i pini marittimi tramite fasci led che “accendono” l’interno della chioma, per non parlare del villaggio che accoglie i bambini con una sfilata di personaggi disneyani, anch’essi illuminatissimi, e la casetta di Babbo Natale dove portare le letterine. Le vie cittadine sono segnate da archi e collane luminose, e la stessa Terrazza a mare ieri sera mostrava tutta la sua forza di simbolo di Lignano. Accanto ad essa il presepe, svelato nel suo tema – legato quest’anno alla figura di Dante – e nelle sue realizzazioni emozionanti ed estremamente focalizzate sui significati che gli artisti volevano trasmettere. 
Di fronte alla Terrazza si apre il Villaggio del gusto, con controlli green pass presso tutti i varchi di accesso; una volta superato l’ingresso, si cammina tra casette di legno con degustazioni a base di carne e pesce, articoli di artigianato locale e tipici dolci delle feste. Tutto il villaggio è coperto da strutture trasparenti che non tolgono il piacere di essere sotto il cielo di Lignano. Fino al 31 gennaio, con l’impegno e il senso di responsabilità di tutti, la città rimarrà luminosa e accogliente con un calendario di eventi che – è stato annunciato ieri – ha rinunciato al Capodanno in piazza, ma che potrà ugualmente dare il proprio contributo per un’atmosfera di festa e positività.

Continua a leggere

UDINESETV LIVE

Facebook

Ultime News