fbpx
Connettiti con noi

Sport

Il Pordenone traslocherà a Fontanafredda per la Serie C

Adesso è ufficiale: il Pordenone Calcio ha chiesto di poter giocare le partite casalinghe della prossima stagione allo stadio Tognon di Fontanafredda. Il presidente dei ramarri Mauro Lovisa ieri, infatti, ha inviato una lettera tramite il sistema di posta certificata al sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani e al primo cittadino di Fontanafredda Michele Pegolo. Una svolta importante, messa nero su bianco, seguita
dalla richiesta di avere a breve un incontro tra le parti in gioco, cioè i due comuni e le due squadre di calcio. L’utilizzo della PEC è stato avallato anche dagli stessi Comuni, che in passato si erano trovati spiazzati di fronte a improvvisi dietrofront messi in pratica proprio dallo stesso Lovisa. Questa volta, invece, si è scelta la strada degli atti ufficiali. Intanto i neroverdi, ormai matematicamente retrocessi in Lega Pro, oggi pomeriggio hanno giocato l’ultima partita al Teghil di Lignano pareggiando contro il Crotone. Il sindaco Pegolo ha confermato la propria disponibilità, chiarendo però che anche la formazione del Fontanafredda continui ad utilizzare lo stadio, e che il Comune non ha risorse da investire per i necessari lavori di adeguamento della struttura. Servirà infatti un finanziamento da circa un milione di euro da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, con la possibilità che il club neroverde paghi almeno i lavori finalizzati a rizzollare il campo da gioco del Tognon. In ogni caso è molto probabile che il Pordenone sarà comunque costretto a giocare le prima partite della stagione 2022-2023 a Lignano, in attesa dell’arrivo dei finanziamenti e dell’esecuzione dei lavori.

UDINESETV LIVE

Facebook

    Privacy Policy Cookie Policy

Copyright © 2020 Udinese TV