fbpx
Connettiti con noi

Cronaca

Polizia Pordenone, misura cautelare nei confronti di 39enne spilimberghese per spaccio di stupefacenti

Nella mattinata di oggi, martedì 24 gennaio, la Polizia di Stato di Pordenone ha dato esecuzione a una misura cautelare degli arresti domiciliari, con applicazione del braccialetto elettronico, nei confronti di B.S. 39enne residente in provincia di Udine, ma di fatto domiciliato in Spilimbergo, al quale è stato contestato il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, ai sensi dell’articolo 73 del dpr 309/90.

L’indagine, avviata lo scorso agosto dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Pordenone, sotto il coordinamento dalla locale Procura, ha consentito d’individuare l’esistenza di un gruppo composto da almeno 6 cittadini, tutti di nazionalità italiana, dediti al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti nella provincia di Pordenone e in quelle limitrofe, avente sede operativa nel comune di Spilimbergo.

Nel corso dell’attività investigativa, condotta sia con metodologie tradizionali che con attività di carattere tecnico, sono state documentate e riscontrate numerose cessioni, e sequestrati oltre sette chilogrammi di sostanza stupefacente, eseguiti due arresti in flagranza e segnalati numerosi assuntori.  

Oltre ad accertare le responsabilità dall’arrestato, le indagini hanno permesso d’individuare il pieno coinvolgimento di altre cinque persone, che sono state tutte indagate in stato di libertà, le quali secondo quando appurato in sede d’indagine, avevano il compito di supportare l’arrestato nell’attività di spaccio e aiutarlo nell’approvvigionamento della sostanza.

Contestualmente all’esecuzione della misura sono state operate perquisizioni domiciliari a carico degli indagati, che hanno permesso di recuperare ulteriori quantità di sostanza stupefacente e materiale atto al confezionamento.

Continua a leggere

UDINESETV LIVE

Facebook

    Privacy Policy Cookie Policy

Copyright © 2020 Udinese TV